Manutenzione fossa biologica

Manutenzione della fossa biologica.

Se avete una fossa settica anziché un collegamento con la rete fognaria o di depurazione si devono prendere alcune precauzioni per evitare problemi. Per mantenere un buon funzionamento e una lunga durata della fossa settica, si deve evitare l’introduzione di alcuni prodotti, di buttare negli scarichi sostanze nocive o che possono aumentare il rischio di creare otturazioni o ingorghi.
Tutti quesi materiali possono provocare una riempitura più veloce della fossa biologica quindi si potrebbero avere intasamenti o fuoriuscita di materiale dagli scarichi domestici. Non si dovrebbero buttare nel water, negli scarichi e nello scarico della cucina:
Materiali solidi: tovaglioli di carta, tamponi, assorbenti, fondi di caffè, filo interdentale, pannolini, salviette usa e getta, materiali plastici, tessuti, mozziconi di sigaretta o qualsiasi altro materiale solido. Materiali tossici o nocivi: come vernici, diluenti per vernici, veleni, pesticidi, materiali di finitura vernice o di altro tipo, erbicidi e oli usati. Gli oli, grassi e sostanze grasse in generale. Perché solidificano e quindi creano un tappo.
Cibo: se i residui di cibo vengono smaltiti attraverso le condutture degli scarichi della cucina andranno ad intasare l’intero sistema, inoltre si ha un riempimento della fossa settica molto più veloce con un aumento dei costi di manutenzione perché si deve ricorrere più volte alla vuotatura. Inoltre l’intasamento del cibo potrebbe provocare molto più facilmente la fuoriuscita dagli scarichi di materiali detergenti per la casa: l’uso di candeggina e disinfettanti, se usati in dosi elevate, danneggiano il sistema. L’ultimo suggerimento è riguardo alla quantità di acqua da usare, che non deve essere in quantità eccessive perché oltre all’aumento della quantità di acque reflue si avranno sprechi energetici, costi elevati e si depaupera una risorsa preziosa.
Bisogna risparmiare acqua utilizzandone meno possibile.

Lo spurgo fosse biologiche è fondamentale per mantenere un buon funzionamento della fossa biologica.
Le fosse biologiche sono una fognatura di tipo statico che viene usata quando si devono servire case isolate o piccoli nuclei abitativi che non sono serviti dalla rete fognaria dinamica.
Perchè la fossa biologica funzioni in modo efficace, ha bisogno di manutenzione periodica.Il rischio che si formino ingorghi, otturazioni o rotture, grazie ad una adeguata e programmata manutenzione, viene così ridotto al minimo. La manutenzione avviene grazie all’intervento di ditte specializzate che eseguiranno regolarmente lo svuotamento e la pulizia delle fosse biologiche.
Prima di ogni intervento, si potrà prevedere anche un controlo dettagliato delle tubature e condutture, che grazie alla tecnologia, si possono usare delle vere e proprie videocamere. Queste videocamere vengono usate per le ispezioni delle tubature e riportano le immagini su uno schermo che così consente di fare un’analisi dettagliata.
Questo tipo di controllo permette di valutare la situazione e di agire in modo mirato in base alle esigenze della singola fossa biologica. In questo modo si potrà stabilire un piano d’intervento che potrebbe includere svuotamento, pulizia e smaltimento delle sostanze tossiche residue, grazie all’uso di mezzi attrezzati come gli aurospurgo.

La pulizia della fossa biologica è parte integrante degli interventi di manutenzione. La manutenzione dev’essere fatta periodicamente e deve essere pianificata con una cadenza che varia molto dal tipo di fossa e dal numero di persone che la usano. La manutenzione dev’essere affidata a ditte specializzate.